I Ghirardi giorno dopo giorno / The Ghirardi day after day


La Riserva Naturale Regionale e Oasi WWF dei Ghirardi occupa seicento ettari di prati, boschi e torrenti
nell'alta Val Taro, sull'Appennino parmense.

È la casa di innumerevoli specie di animali, piante e funghi; ospita habitat rarissimi e un paesaggio incantevole.

E muta continuamente col passare delle stagioni.


The WWF for Nature Ghirardi Nature Reserve occupies 600 hectares of meadows, woods and streams

in the upper Taro Valley, on the Parma Appennine Mountains of Italy.

It's the home of countless animal, plants and fungi species; it houses very rare habitats and a charming landscape.

And it change continuously as seasons go.

lunedì 27 aprile 2015

Domenica 10 Maggio World Migratory Bird Day




Il World MIgratory Bird Day (WMBD) Giornata Mondiale della Migrazione degli Uccelli è una campagna annuale, che si ripete dal 2006, volta ad aumentare l’attenzione sulla necessità di conservare gli uccelli migratori e il loro habitat. Ogni anno, nel secondo fine settimana di Maggio, persone in tutto il mondo si danno da fare per organizzare eventi pubblici come fiere del birdwatching, programmi educativi, mostre ed escursioni per celebrare il WMBD.

Le attività del WMBD hanno luogo in molte nazioni in tutto il mondo, unite da una comune campagna e un comune tema. In un’epoca in cui la domanda globale di energia è in continua crescita, sviluppare nuove forme di energia rinnovabile ed espandere quelle esistenti è la chiave per puntare ad un futuro con ridotto uso di carbone. Tuttavia l’energia non può essere veramente sostenibile e amica della natura se non prende in considerazione pienamente la biodiversità e, in particolare, gli uccelli migratori. Con il tema: Energia-che sia amica degli uccelli! il WMBD 2015 mira ad evidenziare l’importanza di sviluppare le tecnologie energetiche in un modo che prevenga, minimizzi e mitighi gli impatti sugli uccelli migratori e i loro habitat.

Ogni anno milioni di uccelli migratori sopportano la massiccia espansione di vari mezzi di generazione e distribuzione di energia: collisione ed elettrocuzione a causa di linee elettriche, effetto barriera da infrastrutture energetiche che causano mortalità e dispersioni. Inoltre gli uccelli soffrono gli effetti della perdita di habitat causati dall’utilizzo di tecnologie idroelettriche, a biomassa, solari, eoliche o geotermiche.

La produzione di energia rinnovabile sostenibile si auspica che abbia effetti positivi sugli uccelli migratori mitigando i cambiamenti climatici e i relativi impatti. Però, se certe tecnologie sono utilizzate senza appropriata pianificazione, progettazione e valutazione dei rischi, possono diventare una grave minaccia alle specie migratrici.

Con l’espansione della produzione di energia, la transizione a metodi wildlife-friendly sono un passaggio chiave per proteggere la vita sulla Terra. La conservazione degli uccelli migratori deve essere considerata in tutte le fasi dello sviluppo energetico a tutti i livelli: locale, nazionale e internazionale. Per cui azioni di conservazione concertate dai governi, organizzazioni ambientaliste, scienziati e settore energetico, così come la pubblica opinione sono necessarie. In questo modo i benefici dell’energia sostenibile possono essere realizzati senza il rischio di danneggiare gli uccelli migratori e i loro habitat.

Unitevi alla celebrazione di questa grande meraviglia della natura! Datevi da fare e celebrate, conservate e diffondete la conoscenza nella Giornata Mondiale della Migrazione degli Uccelli.

Domenica 10 maggio celebriamo il WMBD nella Riserva Naturale dei Ghirardi, un’importante via di transito per gli uccelli migratori tra il Mediterraneo e l’Europa continentale posta tra gli impianti eolici del Passo di Cento Croci e quelli proposti del Passo di Santa Donna. Scopriamo insieme quali specie transitano tra queste montagne e lungo le valli, chi si ferma a nidificare in questi boschi e questi prati e quali continuano un viaggio di migliaia di chilometri tra la giungla equatoriale africana e il circolo polare artico. Balie, lui grossi, luì verdi, gruccioni, nibbi bruni, falchi cuculi, falchi pecchiaioli e altre decine di specie migrano in questi giorni attraverso la valle del Taro.

Informazioni e prenotazioni: 349-7736093 oasighirardi

Escursione gratuita con prenotazione obbligatoria. Necessari scarponi da escursionismo impermeabili, scorta d’acqua, vestiario comodo e con colori mimetici (verdi, marroni, grigi). Molto consigliato il binocolo.

Al termine della escursione, per chi lo desidera, possibilità di fermarsi a pranzo all’Agriturismo Canada Stella del Fiume a Borio di Bedonia, in riva al fiume Taro, in una zona particolarmente vocata al birdwatching, dove potremo osservare, prima e dopo pranzo, martin pescatori, aironi e merli acquaioli.

menu tradizionale
antipasto di pizza/focaccia con pomodorini e olive e coppa piacentina.
1) strozzapreti di pasta fresca, spek e formaggi
2) sformato di patate e funghi
dolce : torta al cioccolato
vino e caffè incluso
23€
bambini 15 €

menu vegano
antipasto di pizza/focaccia con pomodorini e olive, carpaccio di lupino
1) con prodotti biologici : riso rosso thai con verdure
2) con prodotti biologici : spezzatino di tofu con verdure
dolce con prodotti biologici : crostata al kamut e marmellata 
vino e caffè inclusi
23 €
bambini 15 € 

 Canada Stella Sul Fiume  località borio 18 bedonia parma

tel 3280182289 - 3282123611


Upupa

Falco di palude
agriturismo Canada Stella sul fiume

agriturismo Canada Stella sul fiume



Nessun commento:

Posta un commento