I Ghirardi giorno dopo giorno / The Ghirardi day after day


La Riserva Naturale Regionale e Oasi WWF dei Ghirardi occupa seicento ettari di prati, boschi e torrenti
nell'alta Val Taro, sull'Appennino parmense.

È la casa di innumerevoli specie di animali, piante e funghi; ospita habitat rarissimi e un paesaggio incantevole.

E muta continuamente col passare delle stagioni.


The WWF for Nature Ghirardi Nature Reserve occupies 600 hectares of meadows, woods and streams

in the upper Taro Valley, on the Parma Appennine Mountains of Italy.

It's the home of countless animal, plants and fungi species; it houses very rare habitats and a charming landscape.

And it change continuously as seasons go.

mercoledì 15 novembre 2017

Eventi per la Festa dell'Albero


LA FESTA DELL'ALBERO

Martedì 21 Novembre 2017 Escursione e piantumazione al Frutteto dei Pellegrini

I Parchi del Ducato festeggiano la Giornata dell'Albero con WWF Parma, Legambiente Parma, Guardie Ecologiche di Legambiente Parma con una passeggiata guidata lungo la pista ciclabile per arrivare al Frutteto dei Pellegrini, sulla storica Via degli Abati, a cinque anni di distanza dall'impianto degli alberi.
Lungo le vie del cammino di un tempo venivano piantati meli, peri, pruni, noci e altre specie i cui frutti avrebbero contribuito a sostentare i viandanti nei lunghi pellegrinaggi.
In un territorio ricco di foreste,  parleremo degli alberi, della loro importanza per la natura e per l'uomo, e impareremo a riconoscere le specie che crescono lungo il Fiume Taro.
Passeggiata gratuita adatta a tutti su percorso asfaltato, completamente accessibile anche a diversamente abili.
Attività rivolta alle scuole e aperta anche ai cittadini.
Appuntamento a Borgotaro (PR), inizio pista ciclabile presso Assistenza Pubblica, alle ore 10.00.
Per info 349 7736093 info.riservaghirardi@parchiemiliaoccidentale.it




GLI ALBERI VETERANI

Domenica 26 novembre visita guidata gratuita alla scoperta dei patriarchi verdi

Nelle giornate dedicate alla Festa dell'Albero,  i Parchi del Ducato propongono una visita gratuita ai giganti della Riserva.
La Riserva dei Ghirardi ospita oltre trenta querce di dimensioni monumentali, esemplari di almeno 250 anni di età, sopravvissute a grandi mutamenti del paesaggio, a cambiamenti climatici e rivoluzioni dell'economia montana.
In tutto questo tempo non hanno mai cessato di dare ospitalità a centinaia di specie di animali e funghi che nascono, vivono e si nutrono entro il loro legno e le cavità dei loro rami, di fornire cibo a decine di generazioni di animali selvatici, di regalare ossigeno, ombra e acqua per il nostro benessere.
Celebriamo la Giornata Nazionale dell'Albero scoprendo i patriarchi verdi della Riserva!
Visita guidata gratuita con guida GAE-WWF. Non occorre  prenotazione. Percorso senza difficoltà particolari, accessibile anche a bambini (da 6 anni in su) richiede scarponi da escursionismo o stivali di gomma (terreni fangosi). Consigliati binocolo e macchina fotografica. Ritrovo domenica 26 novembre presso il Centro Visite della Riserva in località Pradelle di Porcigatone (Borgotaro), alle ore 9.30. Durata circa 3 ore. Info:349 7736093
info.riservaghirardi@parchiemiliaoccidentale.it


UN’OASI DI SORPRESE

Domenica 26 Novembre Trekking a cura di Trekking Taro e Ceno

L'autunno é tra i momenti migliori per entrare e camminare tra le colline di questa Area Protetta, dove scopriremo luoghi inaspettati, boschi molto diversi tra loro e colori inarrivabili
La Riserva Naturale Regionale e Oasi WWF dei Ghirardi occupa seicento ettari di prati, boschi e torrenti
nell’alta Val Taro, sull’Appennino parmense.
È la casa di innumerevoli specie di animali, piante e funghi; ospita habitat rarissimi e un paesaggio incantevole.
E muta continuamente col passare delle stagioni.
Non solo natura, ma anche tanta storia, tradizione ed architettura rurale, in questa escursione, che vi porterà alla sorpresa finale…

Durata: 7 ore incluse le soste  Distanza: 10 Km circa. Dislivello: in salita circa 350 m

L'escursione verrà annullata, con avviso tempestivo alle persone che avessero prenotato, nel caso non si raggiunga il minimo di 8 partecipanti (max 20).
Ritrovo puntuale per la partenza: alle ore 8;30 presso parcheggio Supermercato Carrefour a Borgotaro (PR)
Partenza escursione: alle ore 9,15 dalla frazione Porcigatone di Borgotaro (PR)
Quota di partecipazione:  12 € adulti;  6 € bambini e ragazzi fino a 18 anni accompagnati.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO SABATO 25 NOVEMBRE 2017 ORE 17.30 alla guida GAE Davide Costa  340.3892488 / 335.6272521.




mercoledì 8 novembre 2017

Domenica 19 Novembre LA PIÙ BUONA DEL REAME

La più buona del reame nella Riserva Naturale regionale dei Ghirardi! 

Esposizione di varietà antiche di frutta, laboratori e concorsi domenica 19 novembre

Domenica 19 Novembre LA PIÙ BUONA DEL REAME - Una mostra ed un concorso dedicati alla biodiversità agraria di Appennino.

Chi è “la più buona del reame?” In un inaspettato ribaltamento della favola, la mela ruba il ruolo di protagonista a Biancaneve.
Nel 2015 la prima edizione del concorso “La più buona del reame” è stata vinta dalla "mela cerina" di Enrico Bocchi, vivaista e agricoltore di Lupazzano (Neviano Arduini-PR). La "mela cerina", oggi pressoché dimenticata, un secolo fa era la varietà più coltivata in Italia, e da sola rappresentava  il 20% di tutta la produzione nazionale di mele. Oggi è stata soppiantata dalle conosciutissime varietà di mela di origine nord-americana, asiatica e australiana che vediamo sui banchi dei supermercati. Ma quante altre varietà saporite, belle, curiose ma comunque dimenticate e scomparse dai mercati continuano a maturare su vecchi alberi nei frutteti di montagna, curate da amorevoli mani o caparbiamente resistenti all’abbandono, come la mela senza nome dei dintorni di Casale di Tornolo che ha vinto la seconda edizione, riscoperta e allevata da Daniele Ecotti?

Nella Riserva dei Ghirardi l’annuale concorso “La più buona del reame” riporta agli onori della cronaca queste antiche star delle bancarelle dei fruttivendoli, in una gara “all’ultimo morso”.

Il concorso è aperto a tutti gli agricoltori, professionisti ed hobbisti, che coltivano varietà tradizionali, antiche o dimenticate di mele (e pere) nei propri terreni di collina e di montagna.
Unico requisito: che la mela sia allevata biologicamente, senza uso di pesticidi e concimi di sintesi.
La manifestazione vuole portare l’attenzione sulle risorse colturali e culturali della montagna: un patrimonio di varietà agricole dimenticate che racchiudono un’elevata biodiversità genetica capace di rispondere a condizioni ambientali avverse e di garantire disponibilità di frutti quasi in ogni stagione. Ma i frutti antichi sono anche uno  scrigno di sapienza tradizionale, la testimonianza della capacità di rapportarsi alle caratteristiche e alla storia del territorio.


PROGRAMMA

dalle 10.00: mostra delle varietà di mele e pere antiche, a cura dell’Associazione Piccoli Produttori Alta Val Taro e del Vivaio Ponte Scodogna dei Parchi del Ducato;

dalle 14.00:  Mordi e gusti: laboratorio ludo didattico a cura del WWF Parma

a seguire, due gare: la mela (e pera) più buona, con degustazione e valutazione da parte del pubblico e, per la prima volta, una gara di torta di mele, a testimoniare come alcune antiche varietà di mele e pere non erano destinate al consumo fresco ma alla cottura e ai preparati, una pratica oggi sempre più dimenticata.

La manifestazione ha luogo dalle 10.00  alle 18.30 circa presso il Centro Visite della Riserva Naturale Regionale dei Ghirardi in località Predelle di Porcigatone, nel Comune di Borgotaro (PR).

Evento promosso dai Parchi del Ducato e WWF PARMA col supporto dell'Associazione Piccoli Produttori Alta Val Taro, del Vivaio Ponte Scodogna dei Parchi del Ducato e di LoveTaro&Ceno, con il patrocinio dei comuni di Borgo Val di Taro ed Albareto.

Per informazioni e per iscriversi ad una o entrambe le gare: 
info.riservaghirardi@parchiemiliaoccidentale.it 349 773 6093




















venerdì 3 novembre 2017

Attenzione: annullamento escursione domenica 5 novembre per meteo

Viste le previsioni di temporali forti nella zona per domenica prossima, 5 novembre, è ANNULLATA l'escursione dedicata ai colori dell'autunno. (foliage). Valuteremo a inizio settimana se riproporla nel prossimo week end se le foglie sono rimaste sugli alberi.

mercoledì 1 novembre 2017

CAPANNI FOTOGRAFICI Riserva naturale dei Ghirardi

Capanni fotografici per fotografia naturalistica

Con i primi freddi torna la stagione della fotografia naturalistica da capanno ai Ghirardi.

Attualmente è prenotabile il capanno mangiatoia/abbeverata a pochi metri dal Centro Visite: due posti, fotografia attraverso vetro specchiante Stopsol neutro 4 mm, posatoi a 4 m di distanza dall'obiettivo, ottiche consigliate 300mm su APS-C e 400mm su full frame. Il vetro toglie uno stop e mezzo circa di apertura, quindi sono da privilegiare gli obiettivi luminosi.

Gli uccelli arrivano attratti dall'acqua e dal cibo, e sono stabilmente presenti dalla mattina al tramonto. Per la fotografia la luce è ideale dalle 10:00 del mattino fino al tramonto, con luce alla spalle inizialmente e poi laterale nelle ultime ore. Si consiglia di trattenersi fino alla calata del sole perché è il momento in cui i piccoli passeriformi scendono in acqua per fare il bagno.

Una sessione giornaliera richiede un contributo minimo di 30 euro a persona. Se si prenota in coppia 25 euro a persona. Per i soci WWF in regola (tessera in corso di validità) 15€. È possibile iscriversi al WWF presso il Centro Visite, in tal caso la sessione è gratuita.

Specie fotografate nell'ultimo mese (fino all' 1/11/17): cinciallegra, cinciarella, cincia bigia, picchio muratore, pettirosso, fringuello, frosone, passero d'Italia, capinera, ballerina gialla e ballerina bianca.


Novità:

1) stiamo completando e perfezionando il capanno mangiatoia nel bosco, a circa 60 m dal Centro Visite. 6 posti, feritoie coperte da rete fogliata senza vetro specchiante interposto. Posatoi a differenti distanze (tra 4 e 6 metri) in parte naturali e in parte artificiali in modo da essere sostituiti per foto diverse da una sessione all'altra. Inaugurazione 1° dicembre 2017

2) è in fase di progettazione un terzo capanno posto a circa 120 m dal Centro Visite, posto in una radura cespugliata tra una pineta a pino nero e il bosco di latifoglie. Il capanno sarà dotato di abbeverata e mangiatoie con posatoi; due posti e vetro specchiante. Inaugurazione 1° febbraio 2018.

Per info e prenotazione capanni: 349 7736093 oasighirardi@wwf.it