I Ghirardi giorno dopo giorno / The Ghirardi day after day


La Riserva Naturale Regionale e Oasi WWF dei Ghirardi occupa seicento ettari di prati, boschi e torrenti
nell'alta Val Taro, sull'Appennino parmense.

È la casa di innumerevoli specie di animali, piante e funghi; ospita habitat rarissimi e un paesaggio incantevole.

E muta continuamente col passare delle stagioni.


The WWF for Nature Ghirardi Nature Reserve occupies 600 hectares of meadows, woods and streams

in the upper Taro Valley, on the Parma Appennine Mountains of Italy.

It's the home of countless animal, plants and fungi species; it houses very rare habitats and a charming landscape.

And it change continuously as seasons go.

giovedì 1 maggio 2014

Sulle tracce del Lupo sul M. Nero

Escursione al Prato Grande del M. Nero e sul M. Bue nell'ambito della Mostra "L'impronta del Lupo". Dopo una breve visita guidata alla mostra nella sala della Biblioteca/ Centro Civico La Peschiera di Bedonia, trasferimento in auto per il gruppo di quindici escursionisti ( di cui 7 bambini) fino alle alle pendici del M. Nero, sotto un cielo improvvisamente affollato di nubi grigie. La faggeta inizia a tingersi di verde, con l'apertura delle foglie e con la fioritura di soldanelle, denti di cane, scille, anemoni, epatiche e orchidee sambucine.
Il Prato Grande è ricamato delle acque di scioglimento del manto nevoso, ancora spesso sulle pendici del monte; nelle pozze d'acqua della torbiera le rane temporarie si affollano per riprodursi e deporre masse gelatinose di uova.
Nella neve impronte di cinghiali, caprioli e, sì, anche di lupo, come alcune fatte, piene di ossa e di peli di cinghiale, dopo poco ci confermano.

Probabili impronte di lupo

Il Prato Grande

Fatte di lupo

Il M. Maggiorasca e la Val d'Aveto visti dalla cima del M. Bue

Nessun commento:

Posta un commento