I Ghirardi giorno dopo giorno / The Ghirardi day after day


La Riserva Naturale Regionale e Oasi WWF dei Ghirardi occupa seicento ettari di prati, boschi e torrenti
nell'alta Val Taro, sull'Appennino parmense.

È la casa di innumerevoli specie di animali, piante e funghi; ospita habitat rarissimi e un paesaggio incantevole.

E muta continuamente col passare delle stagioni.


The WWF for Nature Ghirardi Nature Reserve occupies 600 hectares of meadows, woods and streams

in the upper Taro Valley, on the Parma Appennine Mountains of Italy.

It's the home of countless animal, plants and fungi species; it houses very rare habitats and a charming landscape.

And it change continuously as seasons go.

venerdì 6 marzo 2009

In boccio/ In bloom


Campanellino Leucojum vernum Spring Snowflake

Sono entrato nell'Oasi al Taglio alle 12.30; una ventina di storni frignavano posati sui fili, mentre dal bosco cantava una tordela. Sopra il prato cantava una tottavilla, volando in tondo.
Ai margini del Torrente Rizzone sono fioriti i primi campanellini, ma per la maggior parte i boccioli chiusi puntano verso il cielo perforando il tappeto di foglie marce. Ho risalito la sponda destra, disturbando cinciallegre e codibugnoli nel margine del bosco.
Verso le 15.30 dieci storni pascolavano nei prati di San Giovanni; dal bosco giungeva ogni tanto la risata del picchio verde. Dai pini, per pochi attimi, è giunto il verso echeggiante dell'Astore.
Alle 17.30 il sole ha fatto capolino per pochi minuti sotto la coltre densa di nubi, illuminando d'oro e bronzo il bosco del Rizzone, contro il cielo nero di temporale lontano. Poi è sparito dietro altre nubi, quelle che incappuciavano il crinale innevato di fresco. La sera è calata subitanea; nei prati sotto Ca Cigolara dal bosco sono usciti a pascolare quattro daini ed un vecchio maschio di capriolo.


I prati di San Giovanni, la costa di Ca' Cigolara e il M. Pelpi

I came into the reserve from Taglio at half past noon; twenty noisy starlings were perching on the power wires, while from the wood was singing a mistle trush. Above the meadow sang a tottavilla, flying round.
The edge of the Rizzoni creek are lined by the first spring snowflakes , most of them just closed buds pointing towards the sky piercing the carpet of rotten leaves.
I climbed up the right bank, disturbing great and long tailed tits at the edge of the wood.
At about 3:30 PM ten starlings were grazing in the meadows of San Giovanni; from the woods came occasionally the laugh of the green woodpecker. From the Austrian pines, for a few moments, came the resounding call of the Goshhawk.
At 17.30 the sun appeared for a few minutes under the thick blanket of clouds, tinting of gold and bronze the woods of Rizzone against the sky, deep violet for a distant thunderstorm. Then it disappeared behind lower clouds hooding the freshly snow-covered ridge of the Apennine.
The night fell suddenly, in the meadows under Ca Cigolara from the wood came out to graze four fallow deer and an old male roe deer.

Nessun commento:

Posta un commento