I Ghirardi giorno dopo giorno / The Ghirardi day after day


La Riserva Naturale Regionale e Oasi WWF dei Ghirardi occupa seicento ettari di prati, boschi e torrenti
nell'alta Val Taro, sull'Appennino parmense.

È la casa di innumerevoli specie di animali, piante e funghi; ospita habitat rarissimi e un paesaggio incantevole.

E muta continuamente col passare delle stagioni.


The WWF for Nature Ghirardi Nature Reserve occupies 600 hectares of meadows, woods and streams

in the upper Taro Valley, on the Parma Appennine Mountains of Italy.

It's the home of countless animal, plants and fungi species; it houses very rare habitats and a charming landscape.

And it change continuously as seasons go.

lunedì 7 aprile 2014

Due giorni di inanellamento


Dopo il diluvio di venerdì scorso, sabato la migrazione degli uccelli è ripartita, e Renato Carini e il suo gruppo di collaboratori era pronto con le reti vicino al Centro Visite della Riserva.
La giornata è stata fruttuosa, con ben 108 catture: codirossi, merli, pettirossi, fringuelli, capinere, luì piccoli, un luì grosso, un rampichino, una bellissima coppia di ciuffolotti, torcicolli, passere scopaiole, verdoni, zigoli neri, codibugnoli, cinciarelle, cinciallegre e cince bigie, uno storno, picchi muratori, una ghiandaia, un cardellino e un cuculo maschio.
Al di sopra delle reti lo spettacolo si è ripetuto, con il passaggio di 5 falchi cuculi, 6 falchi di palude ed uno splendido falco pescatore.
Il secondo giorno il sole caldo sembra avere addormentato tutti, e le catture sono state solo una ventina, ma non per questo è stata meno emozionante.
Una ventina di visitatori ha potuto assistere all'arrivo degli inanellatori dal giro di sopralluogo alle reti con i sacchettini contenenti gli uccelli, delicatamente estratti al tavolino di lavoro, sapientemente misurati e pesati, dotati di un minuscolo anello con numeri e sigle e poi liberati perché potessero ritornare alle fatiche della migrazione attraverso i continenti, oppure, se locali, alla cura del nido o della prole.

Arrivederci al 4 di maggio, quando si ripeteranno le catture durante il flusso di migratori tardivi.


Femmina di Capinera


Codibugnolo


Maschio di Codirosso comune


Maschio e femmina di Ciuffolotto


Maschio di Cuculo


Maschio di Zigolo nero

Nessun commento:

Posta un commento