I Ghirardi giorno dopo giorno / The Ghirardi day after day


La Riserva Naturale Regionale e Oasi WWF dei Ghirardi occupa seicento ettari di prati, boschi e torrenti
nell'alta Val Taro, sull'Appennino parmense.

È la casa di innumerevoli specie di animali, piante e funghi; ospita habitat rarissimi e un paesaggio incantevole.

E muta continuamente col passare delle stagioni.


The WWF for Nature Ghirardi Nature Reserve occupies 600 hectares of meadows, woods and streams

in the upper Taro Valley, on the Parma Appennine Mountains of Italy.

It's the home of countless animal, plants and fungi species; it houses very rare habitats and a charming landscape.

And it change continuously as seasons go.

giovedì 15 ottobre 2015

Finalmente ci siamo! Inaugurazione del Centro Visite Domenica 25 Ottobre 2015

L’inaugurazione del nuovo Centro Visite dei Ghirardi è un’occasione per affacciarsi su un terrazzo naturale, sospeso sul paesaggio verde e sinuoso della Riserva.  
Un territorio di bassa montagna, con un versante aperto al mare e l’altro opposto, a creare un mosaico di ambienti ricco di biodiversità. Tante specie-simbolo, alcune intrecciate alla storia della popolazione locale, come le grandi querce, prima conservate per la produzione delle ghiande, poi come monumenti naturali, a presidiare il paesaggio. 
Domenica 25 Ottobre, l’inaugurazione del nuovo centro visite di loc. Predelle di Porcigatone (Borgotaro – PR) è al centro di un programma di iniziative che, per tutta la giornata, terranno impegnate istituzioni e associazioni, visitatori e famiglie. Si parte con una visita guidata per ammirare il foliage autunnale, si prosegue con l’inaugurazione ufficiale con i rappresentanti di Parchi del Ducato,  WWF Italia,  Provincia,  Regione e amministratori locali e la mattina si chiude con un aperitivo a “km zero” con prodotti biologici. Al pomeriggio seguiranno una dimostrazione di lavoro di cura e manutenzione del bosco con i cavalli da tiro e una proiezione di immagini di fotografia naturalistica. La dimostrazione è a cura di Elena e Roberto, agricoltori custodi che per riavvicinare l'agricoltura alla natura, hanno recuperato antiche tradizioni  della cultura locale.
Il nuovo Centro Visite è stato realizzato con fondi del Programma Regionale Investimenti 2009-2011  e  il progetto è stato coordinato dalla Provincia di Parma.
Il Progetto è a cura di Emanuele Mazzadi, giovane architetto bedoniese e guida GAE!










Nessun commento:

Posta un commento